Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Marvel: Le battaglie del secolo # 1

Marvel: Le battaglie del secolo # 1

Civil War 1 - Tu da che parte stai?
RCS Quotidiani Maggio 2016
Civil War # 1
Marvel Super Heroes
Civil War, pt 1
Mark Millar (script) / Steve McNiven (art) / Dexter Vines (inks)
I New Warriors, un gruppo di giovani supereroi guidato da Speedball e Nightrasher costantemente ripresi dalle telecamere del loro reality show, assalgono dei supercriminali evasi recentemente che avevano trovato rifugio nella tranquilla cittadina di Stamford. Nitro, l'Uomo Esplosivo, nel tentativo di fuggire, si lascia esplodere distruggendo un intero isolato che causa seicento vittime, tra cui i suoi compagni, i New Warrios, e duecento bambini di una scuola elementare poco distante.
L'incidente suscita indignazione nell'opinione pubblica già provata dai recenti disastri che vedono coinvolti i superumani. La rabbia e la paura iniziano a crescere tra la gente comune, che chiede una maggior sicurezza per evitare che simili disastri possano ripetersi. Questa situazione provoca anche alcuni episodi di violenza, uno dei quali vede protagonista Johnny Storm, la Torcia Umana, assalito da una folla talmente inferocita da picchiarlo fino a farlo cadere in coma. Inoltre, durante i funerali delle vittime di Stamford, la madre di uno dei bambini morti aggredisce verbalmente Tony Stark/Iron Man, accusando i supereroi di essere un cattivo modello per i giovani.
Un gran numero di eroi si riunisce nella base dei Fantastici Quattro per discutere delle conseguenze di quanto successo. Iron Man e Reed Richards sembrano avere le idee chiare su come arginare i danni. I supereroi devono collaborare con il governo, rinunciare alla propria identità segreta e accettare la legge di Registrazione dei Superumani che il governo è pronto a varare. La comunità di supereroi si spacca.
Capitan America viene contattato dallo SHIELD, ora guidato da Maria Hill, per essere scelto come leader di una squadra governativa di supereroi il cui compito sarà quello di dare la caccia a tutti coloro non vogliano registrarsi. Capitan America si rifiuta però di collaborare, ritenendo che pur trattandosi di sicurezza nazionale, la legge vada ingiustamente contro le libertà dei singoli individui e preferendo diventare latitante per sfuggire all'arresto.
Quando la notizia della fuga di Capitan America giunge alla Casa Bianca, si teme che la cosa possa ispirare altri eroi a nascondersi o ribellarsi, ma Iron Man assicura al presidente degli Stati Uniti che lui e i membri della sua squadra sono pronti a catturare Capitan America.

33 pagine

protagonisti: Iron Man, Captain America (Steve Rogers), Speedball, Namorita (deceduto), Night Thrasher (deceduto), Microbe (deceduto), Golia (Bill Foster), Falcon, Spider Woman, Luke Cage, Cyclops, Rachel Summers, Wolverine, The Thing, Human Torch, Mr Fantastic, Invisible Woman, Ms. Marvel, She-Hulk, Doctor Strange, Wasp, Daredevil, Nighthawk, Yellowjacket, Spider-Man, Patriot, Maria Hill, Cobalt Man, Speedfreek, Coldheart, Nitro
apparizioni: IceMan, Black Cat, Hulkling, Stature, Kate Bishop, Hercules, Uatu, the Watcher, J. Jonah Jameson

da Civil War # 1, Marvel Comics - USA (Lug 2006)
Civil War # 2
Marvel Super Heroes
Civil War, pt 2
Mark Millar (script) / Steve McNiven (art) / Dexter Vines (inks)
L'atto di Registrazione dei Superumani è diventata legge. Gli eroi si sono divisi. Da una parte si è schierato il gruppo guidato da Iron Man che appoggia la legge mentre dall'altra Capitan America guida una fazione ribelle che non accetta la rigida regolamentazione dei Superumani. J. Jonah Jameson, il direttore del Daily Bugle, appoggia l'atto di Registrazione dei Superumani vedendo in quella legge una grossa sconfitta per i supereroi, non più liberi di agire a loro piacimento. Intanto, mentre Reed Richards si mette al lavoro su un progetto commissionatogli dal Governo, un progetto chiamato "42" destinato a divenire la nuova prigione per i ribelli, lo SHIELD riesce a catturare l'intero gruppo dei Giovani Vendicatori, diventati criminali perchè non hanno accettato di registrarsi. L'intervento di Capitan America e degli altri eroi della resistenza riesce a liberare i prigionieri che vengono portati in una base segreta dello SHIELD conosciuta solo dal Generale Nick Fury (ora non più a capo dell'organizzazzione di spionaggio) che diventa il quartier generale dei ribelli.
Intanto, a Washington Iron Man nel corso di una conferenza stampa sull'l'importanza della Legge sulla Registrazione dei Superumani, da la parola all'Uomo Ragno, che davanti a milioni di telespettatori, si toglie la maschera dichiarando di essere Peter Parker.

22 pagine

protagonisti: Iron Man, She-Hulk, Mr Fantastic, Invisible Woman, Tigra, Yellowjacket, Spider-Man, Captain America (Steve Rogers), Falcon, Daredevil, Patriot, Stature, Hulkling, Wiccan, Maria Hill, J. Jonah Jameson, Joe Robertson, Happy Hogan
apparizioni: Ms. Marvel, The Thing, Cloak, Dagger, Vulture, Grim Reaper

da Civil War # 2, Marvel Comics - USA (Ago 2006)
Civil War # 3
Marvel Super Heroes
Civil War, pt 3
Mark Millar (script) / Steve McNiven (art) / Mark Morales (art) / Dexter Vines (inks)
In Africa, Reed Richards alias Mister Fantastic riceve il rifiuto di Pantera Nera, sovrano del Wakanda, al quale gli era stato proposto di allearsi con il Governo statunitense per appoggiare la registrazione dei superumani ed aiutarli nella caccia ai supereroi ribelli. Contemporaneamente, Hank Pym e Wasp si recano nel Greenwich Village per proporre la stessa cosa al Dottor Strange, ma il suo assistente Wong li informa che il Maestro delle arti mistiche si trova in meditazione nell'Artico e non è interessato a sostenere il Governo. Nello Xavier Institute, la direttrice Emma Frost comunica ad Iron Man che gli X-Men vogliono mantenere una posizione di neutralità grazie ai patti siglati con il governo dopo la decimazione dei mutanti. Iron Man, nel lasciare l'istituto, viene avvicinato dal mutante chiamato Alfiere che vuole parlargli in privato. Mentre Johnny Storm esce finalmente dal coma in cui era caduto dopo essere stato attaccato da una folla anti supereroi, i Vendicatori Segreti (il nome che il gruppo di ribelli guidati da Capitan America ha assunto) cadono in una trappola organizzata dallo SHIELD e da Iron Man, che ha così la possibilità di fronteggiare l'eroe a stelle e strisce e chiedergli di ripensare le sue scelte e sostenere il governo. Capitan America rifiuta energicamente dando vita a un violentissima battaglia tra le due fazioni, all'interno della quale spicca un duello personale impari e rabbioso fra Iron Man e Capitan America. La leggenda della Seconda Guerra Mondiale ne esce letteralmente con le ossa rotte ma la battaglia viene improvvisamente interrotta dall'apparizione inaspettata del redivivo dio del tuono Thor.

22 pagine

protagonisti: Iron Man, Emma Frost, Mr Fantastic, Black Panther, Bishop, Captain America (Steve Rogers), Hercules, Daredevil, Golia (Bill Foster), Cable, Cloak, Dagger, She-Hulk, The Thing, Spider-Man, Ms. Marvel, Maria Hill, Yellowjacket, Patriot, Radioactive Man, Wiccan, Ragnarok (1ª apparizione)
apparizioni: Happy Hogan, Wong, Wasp, Human Torch

da Civil War # 3, Marvel Comics - USA (Set 2006)
Civil War: Front Line # 1
Speedball
L'imputato, pt 1
Paul Jenkins (script) / Steve Lieber (art) / Steve Lieber (inks)
Speedball è vivo. Scaraventato dall'esplosione di Stamford a cinquecento miglia di distanza, Robert Baldwin è riuscito a sopravvivere grazie ai suoi poteri di assorbimento dell'energia cinetica. Ritrovato privo di sensi, si risveglia sotto custodia dagli agenti dello SHIELD che gli comunicano che è stato ritenuto responsabile del massacro per la leggerezza e l'incoscienza con cui ha affrontato davanti alle telecamere Nitro, l'Uomo Esplosivo.

11 pagine

protagonisti: Speedball

da Civil War: Front Line # 1, Marvel Comics - USA (Lug 2006)
Civil War: Front Line # 2
Speedball
L'imputato, pt 2
Paul Jenkins (script) / Steve Lieber (art) / Steve Lieber (inks)
Speedball, perso i suoi poteri, è accusato di essere un criminale. Spedito in un carcere di massima sicurezza, il giovane subisce violenza da parte delle guardie che pretendono da lui un'ammissione di colpa. Ma Speedball non si sente colpevole e si rifiuta di aderire all'atto di registrazione che cancellerebbe con un'amnistia ogni carico penale pendente sulla sua testa.

9 pagine

protagonisti: Speedball

da Civil War: Front Line # 2, Marvel Comics - USA (Ago 2006)
Civil War: Front Line # 3
Speedball
L'imputato, pt 3
Paul Jenkins (script) / Steve Lieber (art) / Steve Lieber (inks)
Speedball, ancora in carcere, riceve la visita del suo avvocato Jennifer Walters, She-Hulk, che pensa che potrebbe farlo uscire se potesse provare il suo stato di incoscienza nel momento in cui la Legge di Registrazione dei Superumani è entrata in vigore. Firmare la documentazione necessaria per essere registrato come superumano e scontare tre anni di pena in un centro di assistenza del Governo le sembra però la cosa migliore da fare. Ma Speedball rifiuta, non volendo ammettere indirettamente di essere il responsabile del disastro di Stamford.

9 pagine

protagonisti: Speedball, She-Hulk

da Civil War: Front Line # 3, Marvel Comics - USA (Set 2006)
Civil War: Front Line # 4
Speedball
L'imputato, pt 4
Paul Jenkins (script) / Steve Lieber (art) / Steve Lieber (inks)
In prigione Robbie Baldwin affronta in un incontro di boxe uno dei suoi aguzzini. L'eroe appare nettamente più forte, poi l'intervento scorretto di un detenuto lo lascia in balia del suo avversario fin quando non ritrova momentaneamente i propri poteri e fa esplodere l'intera sala. Portato nuovamente in cella, il ragazzo riceve la visita della madre che cerca di convincerlo a collaborare con la giustizia ma Robbie non demorde rifiutando di ammettere di essere il responsabile della strage di Stamford.

9 pagine

protagonisti: Speedball

da Civil War: Front Line # 4, Marvel Comics - USA (Set 2006)
Civil War: Front Line # 5
Speedball
L'imputato, pt 5
Paul Jenkins (script) / Steve Lieber (art) / Steve Lieber (inks)
Robbie Baldwin viene trasferito dalla prigione in cui era detenuto in un nuovo carcere di massima sicurezza costruito per contenere i superumani. Durante il tragitto, accompagnato da She-Hulk, Robbie scopre che la nuova prigione è situata in un altra dimensione, la Zona Negativa.

9 pagine

protagonisti: Speedball, She-Hulk
apparizioni: Typeface, Living Mummy

da Civil War: Front Line # 5, Marvel Comics - USA (Ott 2006)
Civil War: Front Line # 6
Speedball
L'imputato, pt 6
Paul Jenkins (script) / Steve Lieber (art) / Steve Lieber (inks)
Robert Baldwin, trasferito nel carcere di massima sicurezza costruito nella Zona Negativa, in un clima di disperazione e rassegnazione ha il modo di sfogare tutto il suo disprezzo direttamente all'ideatore della prigione in persona, Reed Richards. Nonostante lo scienziato sembra più interessato al ritorno sporadico dei sui poteri telecinentici che ai problemi del ragazzo, Robert ottiene la promessa di poter  testimoniare al processo intentato nei suoi confronti. Tornato sulla Terra, Baldwin, accompagnato da suo avvocato Jennifer Walters/She-Hulk, mentre si avvia verso l'aula del tribunale viene raggiunto in petto da un colpo di pistola sparato da uno dei contestatori in mezzo nella folla.

9 pagine

protagonisti: Speedball, Mr Fantastic, She-Hulk

da Civil War: Front Line # 6, Marvel Comics - USA (Ott 2006)