Utenti registrati: 2137

Ci sono 2 utenti registrati e 60 ospiti attivi sul sito.

fede97

Ultimo commento

Hunk su L'Uomo Ragno (III) / Spider-Man # 710

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox

Marvel Omnibus # 27 | Fear Itself, vol 1: Il potere della paura

Panini Comics Ottobre 2013
Sin
Nata nel peccato
Jim McCann (script) / Stefano Landini (art) / Stefano Landini (inks)
Synthia "Sin" Shmidt è la figlia del Teschio Rosso, crudele criminale nazista morto di recente. Scontento per aver avuto una femmina invece di un maschio, il Teschio Rosso decise di accettarla soltanto quando vide la sua vera natura e dopo averle fatto trascorrere anni nella miseria e nella sofferenza sotto le cure della terribile Susan Scarbo. Recentemente Synthia è stata terribilmente sfigurata in una esplosione - diventando una vera e propria erede del Teschio rosso anche dal punto di vista delle fattezze - riuscendo a colpire e sfregiare la Statua della Libertà¹.

6 pagine

protagonisti: Sinthea Shmidt, Red Skull (flashback), Captain America (Steve Rogers) (flashback)

da Fear Itself: Sin's Past # 1 (June 2011)

Sin
Il libro del Teschio
Ed Brubaker (script) / Scott Eaton (art) / Mark Morales (inks)
Synthia Shmidt alias Sin, la figlia del Teschio Rosso, grazie all'aiuto del Barone Zemo si introduce in un vecchio nascondiglio del padre per recuperare un antico libro. Durante la Seconda Guerra Mondiale, Herr Schmidt, il Teschio Rosso, sotto ordine del Führer stesso, aveva fatto incidere uno speciale incantesimo scritto su lingua runica sulle pagine di un libro fatto di pelle atlantidea. Il Teschio Rosso intendeva recuperare un arma potentissima, uno strumento di "morte" invocando gli dei asgardiani. Il "dono" cadde dal cielo ma finì in Antartide dove i nazisti agli ordini del Teschio Rosso e gli Invasori guidati da Capitan America si ritrovarono ad affrontarsi e al tempo stesso difendersi da un gigante dalla pelle blustra che custodiva il misterioso oggetto precipitato dal cielo. In seguito si scoprì che si trattava di un martello divino che però né il Teschio Rosso né Hitler riuscirono a sollevare. Alla fine si decise di conservare il martello in Antartide, in una roccaforte appositamente costruitavi attorno mentre il libro venne nascosto dal teschio Rosso in una base nel mezzo del Deserto del Sahara. Qui, sessant'anni dopo, sua figlia Sin lo ritrova integro, decisa a portare a termine ciò che suo padre non è riuscito a realizzare.

28 pagine

protagonisti: Red Skull (Sinthea Shmidt), Baron Zemo (Helmut Zemo), Red Skull (Johann Shmidt) (flashback), Namor the Sub-Mariner (flashback), Bucky Barnes/Winter Soldier (flashback), Captain America (Steve Rogers) (flashback)

da Fear Itself: Book of the Skull # 1 (May 2011)

Avengers
Il Serpente
Matt Fraction (script) / Stuart Immonen (art) / Wade Von Grawbadger (inks)
A Manhattan dei manifestanti protestano contro la grave situazione economica in cui versa il Paese. Steve Rogers, accompagnato da Sharon Carter, si accorge dell'eccessiva vemenza dei poliziotti e cerca di placare gli animi dei manifestanti ritrovandosi lui stesso coinvolto nella violenta rivolta. Scosso da quanto accaduto, Steve Rogers, poco più tardi, ne parla con gli altri Vendicatori rivelando di essersi sentito inadeguato nell'affrontare questa situazione. Tony Stark cerca di sdrammatizzare riferendo ai suoi compagni l'intenzione di finanziare la ricostruzione di Asgard, in Oklahoma, ridotta a un cumulo di macerie dopo gli avvenimenti di Assedio. Nel frattempo, Sin, la sfregiata figlia del Teschio Rosso, sempre più decisa a portare avanti il sogno di supremazia del padre, raggiunge una base nel bel mezzo del ghiaccio artico e, superato le difese, solleva il martello incantato caduto dal cielo durante la Seconda Guerra Mondiale tramutandosi istantaneamente nella dea Skadi. Subito dopo, spinta da un impulso irrefrenabile, si dirige verso l'abisso oceanico, uccide dei draghi marini, e infine libera dalla sua prigione il Serpente, divinità asgardiana rinchiusa nella Fossa delle Marianne da suo fratello Odino. Ad Asgard intanto, Tony Stark e gli altri Vendicatori comunicano l'iniziativa di volere ricostruire la dimora degli dèi asgadiani. Avvertendo la minaccia di suo "fratello" Odino decide di andarsene dalla Terra, noncurante dell'iniziativa dei Vendicatori. Thor si ribella al comportamento egoista e vile di suo padre, arrivando a insultarlo ferocemente. Ne segue uno scontro, in cui il dio del tuono perde la capacità di sollevare Mjolnir, per poi venir colpito duramente da Odino, perdendo momentaneamente conoscenza. Disposto anche ad usare delle catene pur di fermarlo, Odino evoca il Bifrost e si dirige al pianeta dove, un tempo, sorgeva la grande Asgard dei miti scandinavi.

44 pagine

protagonisti: Steve Rogers, Thor, Iron Man, Sharon Carter, Heimdall, Odin, Uatu, the Watcher, Skadi/Sin (Red Skull), Serpent (1ª apparizione)
apparizioni: Spider-Man, Spider Woman, Wolverine, Hawkeye, Protector, Maria Hill, Red Hulk, Luke Cage, Jessica Jones, Iron Fist, Ms. Marvel, Valkyrie, Fandral, Sif, Hogun, Volstagg, Loki

da Fear Itself # 1 (June 2011)

Avengers
I Valorosi
Matt Fraction (script) / Stuart Immonen (art) / Wade Von Grawbadger (inks)
Il Serpente, un antico e potentissimo dio asgardiano esiliato da Odino, è stato liberato dalla sua secolare prigionia da Sin, la figlia del Teschio Rosso, trasformatasi in Skadi dopo aver impugnato un martello divino custodito da suo padre in una base in antartide. Deciso a mettere a ferro e fuoco la terra per poi vendicarsi di Asgard, il Serpente fa cadere altri sette martelli sulla terra che trasformano altri superumani in suoi araldi, i Valorosi. Nel Raft, Il Fenomeno solleva uno dei martelli diventando Kuurth, il Distruttore di Pietra, il quale distrugge la prigione e libra alcuni carcerati, tra cui l'Uomo Porpora. In Brasile, Hulk, in compagnia della sua consorte, la She-Hulk Rossa, raccoglie un altro martello diventando Null. In Sudafrica, Titania e l'Uomo Assorbente trovano in una miniera di diamanti uno dei martelli del Serpente. Dopo il fallito tentativo dell'Uomo Assorbente di sollevare l'artefatto, Titania diventa Skirn la Distruttrice di uomini, promettendo al al suo compagno un altro martello divino posto più a nord. L'atlantideo Attuma diventa invece Nerkodd, il Distruttore di Oceani,perforando nel bel mezzo dell'Oceano Pacifico un oleodotto. Intanto, mentre tensioni e rivolte si accendano in ogni parte del mondo, centinaia di robot dell'esercito nazista agli ordini di Skadi/Sin attaccano Washington. Nel frattempo ad Asgard Odino crea di nuovo il pianeta su cui sorgeva la città degli dei, condannando Thor di alto tradimento per essersi rifiutato di seguire gli ordini di suo padre. Privato di Mjolnir, il dio del Tuono viene incatenato e rinchiuso in una prigione speciale.

22 pagine

protagonisti: Steve Rogers, Thor, Odin, Volstagg, Hogun, Fandral, Sif, Sharon Carter, Red She-Hulk, Absorbing Man, Juggernaut/Kuurth, Hulk/Nul, Titania/Skirn, Attuma/Nerkkod, Sinthea Shmidt/Skadi, Serpent
apparizioni: Maria Hill, Iron Man, Protector, Red Hulk, Hawkeye, Wolverine, Spider-Man, The Thing, Iron Fist, Luke Cage, Ms. Marvel, Doctor Strange, Mockingbird, Mr Fantastic, Invisible Woman, Grey Gargoyle

da Fear Itself # 2 (July 2011)

Avengers
Il martello che cadde su Yancy Street
Matt Fraction (script) / Stuart Immonen (art) / Wade Von Grawbadger (inks)
A Washington gli eroi della Terra cercano di fronteggiare il blitzkrieg sferrato da Skadi/Sin, avatar del malvagio dio asgardiano il Serpente. Thor è stato condotto di forza ad Asgard, riportata nel frattempo nello spazio, e ora si trova prigioniero di Odino. Utilizzando il suo ingegno, Loki riesce a far scappare il dio del tuono dalla sua prigione, avvisandolo del regno di terrore che il Serpente sta diffondendo tra gli esseri umani. Thor discute assieme ai suoi fedeli alleati un modo per aiutare Midgard quando irrompe Odino che cerca di riportare suo figlio in prigione. Alla fine, colpito dalla sua testardaggine, Odino gli offre la possibilità di tornare sulla Terra avvisandolo che lì troverà la morte sia per mano degli adepti del Serpente che per gli stessi asgardiani disposti a distruggere la Terra pur di fermare il malvagio dio. Detto questo Thor riottiene Mjolnir venendo ricaricato completamente delle sue forze. Nel frattempo, in brasile Hulk/Nul combatte contro alcuni eroi che cercano di placare la sua furia distruttiva, a Dubai, l'Uomo Assorbente diventa Greithoth, il Distruttore di Volontà, mentre a Yancy Street, Ben Grimm alias la Cosa raccoglie un altro dei martelli precipitati dal cielo che immediatamente lo trasforma nel mostruoso Angrir, il Distruttore di Anime. Intanto a Washington, il nuovo Capitan America, nelle cui vesti si cela Bucky, l'ex Soldato d'Inverno cerca di fermare Sin/Skadi ma nel corso della drammatica battaglia viene colpito dal suo martello e cade venendo privato del suo braccio bionico, preso vittoriosamente dalla figlia del Teschio Rosso come monito per chiunque osi sfidarla. Molti supereroi accorrono, ma è troppo tardi. Bucky Barnes muore, non prima di aver avvertito i suoi dell'arrivo del Serpente.

22 pagine

protagonisti: Captain America (Bucky) (deceduto), Thor, Steve Rogers, Odin, Spider Woman, Ms. Marvel, Black Widow, Protector, Shang-Chi, Sharon Carter, Maria Hill, Loki, Volstagg, Hogun, Fandral, Mr Fantastic, Falcon, Red She-Hulk, Hulk/Nul, Thing/Angrir, Absorbing Man/Greithoth, Sin/Skadi

da Fear Itself # 3 (August 2011)

Avengers
Mondi in fiamme
Matt Fraction (script) / Stuart Immonen (art) / Wade Von Grawbadger (inks)
Thor torna sulla Terra per unirsi ai Vendicatori guidati da Nick Fury. Con la morte di Bucky, Steve Rogers decide di tornare a indossare i panni dii Capitan America. Il dio del tuono informa i suoi compagni che il Serpente si nutre della paura della gente e che Odino è disposto a distruggere la Terra pur di fermare questa antica minaccia. Mentre Steve Rogers atterra in una Manhattan devastata dalle truppe di Sin, Iron Man si dirige in Oklahoma con la speranza di poter ottenere l'attenzione di Odino. Thor invece raggiunge l'Antartide, trovando il Serpente appena rinvigorito tramite la paura di tutta l'umanità. Con il suo bastone tramutato in martello e un corpo forte quasi quanto quello di Odino, il dio della paura edifica in pochi secondi una gigantesca città, sorvegliata da umanoidi simili agli Jotunn. Il dio del tuono prova a fermarlo ma viene prontamente tolto di mezzo, finendo a New York, dove i più forti Valorosi (Angrir e Nul) lo attaccano senza pietà. Intanto Tony Stark, dopo essere riuscito a ottenere un udienza con Odino, si prostra ai suoi piedi chiedendo la sua misericordia.

22 pagine

protagonisti: Thor, Iron Man, Captain America (Steve Rogers), Nick Fury, Black Widow, Maria Hill, Odin, Sin/Skadi, Attuma/Nerkkod, Hulk/Nul, Hulk/Nul, Juggernaut/Kuurth, Serpent
apparizioni: Hawkeye, Spider Woman, Luke Cage, Mockingbird, Spider-Man, Mockingbird, Ms. Marvel, Iron Fist, Jessica Jones, Thing/Angrir, Absorbing Man/Greithoth, Titania/Skirn

da Fear Itself # 4 (September 2011)

Avengers
Rissa
Matt Fraction (script) / Stuart Immonen (art) / Wade Von Grawbadger (inks)
A Manhattan, Thor affronta Hulk e la Cosa trasformati rispettivamente in Nul e Angrir, due dei Valorosi del Serpente. Nel corso della cruenta battaglia il dio del tuono riesce a fermare il primo, colpendolo in pieno petto con Mjolnir e riducendolo in fin di vita, e a scagliare nello spazio il secondo, che ricade sulla terra infiammandosi nell'atmosfera. Nel frattempo Steve Rogers si prepara ad affrontare Skadi, la figlia del Teschio Rosso, quando improvvisamente il cielo si oscura annunciando l'arrivo del Serpente, il dio della paura asgardiano. Tutti i Vendicatori accorrono sul posto per fermare la minaccia ma il dio asgardiano si rivela troppo potente arrivando a frantumare lo scudo di Capitan America come se fosse vetro. Mentre la battaglia infuria, Franklin e Valeria Richards, i figli di Reed a Susan dei Fantastici Quattro, soccorrono la Cosa. Infrangendo la promessa fatta al padre, Franklin decide di usare i suoi poteri per curare Ben e in pochi secondi annulla l'influenza del Serpente su di lui. Nonostante la perdita di uno dei Valorosi, molti supereroi falliscono nell'arginare il Serpente e l'Uomo Ragno, sotto il permesso di Steve Rogers, decide di lasciare il campo di battaglia per riunirsi alla sua famiglia. Intanto Tony Stark riesce a ottenere da Odino il permesso di usare l'officina di Asgard per realizzare armi capaci di affrontare il Serpente e i suoi Valorosi.

22 pagine

protagonisti: Thor, Captain America (Steve Rogers), Spider Woman, Iron Man, Hawkeye, Spider-Man, Protector, Ms. Marvel, Luke Cage, Jessica Jones, Mockingbird, Franklin Richards, Valeria Richards, Odin, Thing/Angrir, Hulk/Nul, Sin/Skadi, Serpent

da Fear Itself # 5 (October 2011)

Avengers
Legami fatali
Matt Fraction (script) / Stuart Immonen (art) / Wade Von Grawbadger (inks)
Stremato dalla battaglia Thor viene soccorso dai Vendicatori che lo portano ad Asgard. Steve Rogers accusa Odino di aver condannato la Terra alla distruzione, ma il dio asgardiano lo rispedisce sulla Terra assieme al resto dei Vendicatori. Portato nelle sue camere, Thor viene curato dallo stesso Odino il quale accetta il volere di suo figlio e gli dona l'armatura con la quale eoni fa' sconfisse il Serpente insieme a Ragnarok, la sua spada personale, con la speranza che non venga ucciso nella battaglia. Nel frattempo sulla Terra, l'Uomo Ragno vaga per la città impaurita rassicurandosi quando trova zia May salva e in salute. Intanto, tornando ad Asgard, più precisamente a Svartalfheim, gli Aesir incontrano Tony Stark, che ha appena terminato la forgiatura delle armi ad Uru da consegnare agli eroi della Terra per sfidare il Serpente e i suo accoliti. Pur rimanendo diffidente alle parole di Odino, Stark decide di immergersi nel metallo bollente per rendere la sua armatura lìarma di cui si servirà. Sulla Terra, a Broxton, Capitan America, alla guida dei Vendicatori, dei soldati e di tutti i cittadini schierati al suo fianco, si prepara ad affrontare il Serpente e i suoi Valorosi combattendo eroicamente per difendere il pianeta e i suoi abitanti.

22 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Thor, Iron Man, Hawkeye, Protector, Spider-Man, Luke Cage, Ms. Marvel, Odin, Serpent
apparizioni: Red Hulk, Spider Woman, Wolverine, Iron Fist, Mockingbird, Jessica Jones, Doctor Strange, May Parker, Attuma/Nerkkod, Grey Gargoyle/Mokk, Juggernaut/Kuurth, Absorbing Man/Greithoth, Titania/Skirn, Sin/Skadi

da Fear Itself # 6 (November 2011)

Avengers
Il giorno di Thor
Matt Fraction (script) / Stuart Immonen (art) / Dexter Vines (inks) / Wade Von Grawbadger (inks)
Tra le macerie della vecchia Asgard a Broxton, in Oklahoma, si svolge la battaglia finale tra Capitan America e i Vendicatori contro il Serpente e i suoi Valorosi. Lo scontro pende a favore di quest'ultimi quando da un portale giungono Thor, Iron Man e i nani di Svartalfheim che si uniscono alla battaglia consegnado agli eroi le ami asgardiane potenziate da Odino. Mentre i vendicatori affrontano i Valorosi e le armate di Sin, Thor va immediatamente alla ricerca del dio della Paura trasformatosi in un gigantesco serpente. Nel corso dello scontro il dio del tuono perde il suo martello, Mjolnir. Capitan America lo raccoglie - scoprendo quindi di essere degno nel sollvarlo - e con il potere acquisito affronta Skadi. Pur senza martello Thor sfodera la spada donatagli da odino e con essa sferra un possente colpo nella testa del Serpente che viene così ucciso. Stremato per la battaglia, thor cade a terra e muore tra le braccia di suo padre. Rendendosi conto che la profezia si è avverata, Odino toglie i martelli magici dai Valorosi che liberi dall'influenza asgardiana vengono subito fermati. Il giorno seguente, mentre i Vendicatori preparano la veglia funebre di Thor, Odino prende il corpo senza vita di suo fratello, che lui chiama Cul, lo porta ad Asgard e decide di rinchiudersi insieme a lui fino alla fine dei tempi per espiare le colpe di non essere riuscito a salvare la sua famiglia. Nei giorni seguenti assistiamo al funerale di James Barnes mentre i nani sciolgono le armi asgardiane forgiando con l'Uru lo scudo di Capitan America andato in frantumi nella battaglia. In tutto il mondo la situazione torna lentamente alla normalità e anche i cittadini di Broxton tornano alla loro vita quotidiana.
A una settimana dalla morte di Thor ci sono una serie di eventi che fanno da epilogo alla saga e aprono altri scenari:
- Sin viene ritrovata da un gruppo di alieni, che la curano e rivitalizzano il suo corpo indebolito dalla rimozione dello spirito di Skadi, convincendola nel ricercare i sette martelli asgardiani.
- Un uomo anziano assume alcuni famosi mercenari per cercare Marcus Johnson, l'uomo in possesso del "più grande segreto del mondo".
- Hulk, stufo della costante presenza di Banner, riesce ad uscire dalla sua psiche e abbandonando il suo alterego nel bel mezzo di un deserto va a caccia di Nul il demone che lo aveva posseduto.

54 pagine

protagonisti: Thor (deceduto), Captain America (Steve Rogers), Iron Man, Hawkeye, Ms. Marvel, Spider-Man, Wolverine, Iron Fist, Black Widow, Doctor Strange, Red She-Hulk, Spider Woman, Protector (Noh-Varr), Red Hulk, Hulk, Odin, Heimdall, Hogun, Volstagg, Fandral, Juggernaut/Kuurth, Absorbing Man/Greithoth, Titania/Skirn, Attuma/Nerkkod, Grey Gargoyle/Mokk, Sin/Skadi, Serpent (deceduto)

da Fear Itself # 7 (December 2011)

Captain America
Fear Itself, epilogo 1: Capitan America
Ed Brubaker (script) / Jackson Guice (art) / Jackson Guice (inks)
James "Bucky" Barnes, l"uomo che negli ultimi tempi aveva indossato le vesti di Capitan America, è stato ucciso da Sin durante la guerra del Serpente¹. Steve Rogers si prepara per la cerimonia funebre quando si presenta Nick Fury che gli dice di dovergli parlare. Fury gli racconta di essere stato lui insieme alla Vedova Nera a recuperare il corpo privo di vita di Bucky al termine della battaglia contro Sin. Quando ormai sembrava tutto finito, il cuore del ragazzo è tornato a battere debolmente e con l'assenso di Natasha, Nick Fury ha deciso di iniettargli una dose della formula dell'Infinito (lo stesso siero che lo ha mantenuto longevo e in forma dai tempi della guerra), salvandogli la vita. In seguito hanno pensato di sostituire il suo corpo con un LMD inscenando la sua morte per poter dare a Bucky una possibilità di "fuga" dopo i drammi in cui è stato coinvolto nell'ultimo periodo (il processo, il Gulag) e sopratutto per convincere Steve Rogers a tornare a essere Capitan America e guidare gli eroi nella battaglia finale contro il Serpente. Furioso per non essere stato messo al corrente, Steve si scaglia contro Fury ma viene fermato dallo stesso Bucky che convince l'amico a riprendersi definitivamente il suo ruolo di Capitan America mentre lui tornerà ad agire in segreto e nell'ombra. Steve, insieme ad altri eroi, partecipa così alla cerimonia funebre del compagno caduto senza dire nulla agli altri, mentre Bucky riparte da solo lungo la strada per la redenzione cercando di fare i conti con i fantasmi del passato.

(1) vedi Fear Itself # 3.

22 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), James Barnes, Nick Fury, Black Widow
apparizioni: Hawkeye, Vision (Jonas), Luke Cage

da Fear Itself # 7.1 (January 2012)

Thor
Fear Itself, epilogo 2: Thor
Matt Fraction (script) / Adam Kubert (art) / Mark Roslan (inks)
Al termine della battaglia con il Serpente, Odino raccoglie il corpo senza vita di suo figlio Thor, e lo prepara per il rito funebre. Al suo cospetto giungono Gea, dea della terra e madre di Thor, Freyja, regina di Asgard, e Idunn, vergine che coglie le mele da Yggdrasil. Odino ha deciso di abdicare e lasciare il suo regno nelle mani delle tre donne per ritirarsi nella nuova Asgard, svuotato di ogni abitante, e vegliare per sempre sul corpo di suo fratello Cal, il Serpente. Sulla Terra, il corpo di Thor viene dato alle fiamme mentre Loki, Sif, e il resto del popolo di Asgard rende onore all'eroe caduto. Improvvisamente dalle fiamme si erge una figura che impugna un martello, si tratta di Tanarus, il dio del tuono, che tutti accolgono con entusiasmo. Tutti tranne Loki che capisce che qualcosa non va.

22 pagine

protagonisti: Odin, Sif, Loki, Heimdall, Fandral, Volstagg, Hogun, Jane Foster, Tanarus
apparizioni: Captain America (Steve Rogers), Iron Man

da Fear Itself # 7.2 (January 2012)

Iron Man
Fear Itself, epilogo 3
Matt Fraction (script) / Salvador Larroca (art) / Salvador Larroca (inks)
Tony Stark viene scortato al cospetto di Gargoyle, il criminale che ha trasformato gran parte dei cittadini di Parigi in statue di pietra, attualmente rinchiuso in una prigione speciale. Mentre Stark si interroga sulla possibilità di ucciderlo per punirlo del genocidio, la sua memoria torna indietro a qualche giorno prima quando si trovava seduto guardare sconsolato la capitale francese ridotta ad una landa popolata solo da innumerevoli statue. Ad un tratto, Odino si manifesta al suo cospetto, affermando di volergli parlare. Iron Man però lo attacca infuriato convinto che il Padre di Tutti sia il maggior responsabile dell'intera vicenda legata al Serpente. Odino non sembra per niente intimorito e gli ricorda come, a livello universale, sia poco più di un verme. Nonostante tutto Odino ha intenzione di aiutarlo e con un semplice gesto fa in modo che tutti i cittadini ritornino alla normalità, per poi sparire. Ripensando all'intera vicenda, Tony si rende conto che, se persino un Dio è riuscito a mostrare pietà, lui non può essere da meno e decide di risparmiare Gargoyle lasciandolo da solo.

22 pagine

protagonisti: Iron Man (Tony Stark), Odin, Grey Gargoyle

da Fear Itself # 7.3 (January 2012)

Sin
Sin
Christos Gage (script) / Elia Bonetti (art) / Elia Bonetti (inks)
Vengono narrate le origini di Synthia Shmidt, la figlia del Teschio Rosso, dal giorno in cui venne rifutata dal padre e affidata a Susan Scarbo che la allevò , al giorno in cui il Teschio Rosso la fece invecchiare in modo accelerato fino a che non divenne adulta, fino al momento in cui si prepara a raccogliere l'eredità del padre per uccidere Capitan America e i suoi alleati.

4 pagine

protagonisti: Sin (Synthia Schmidt)

da Fear Itself: The Worthy # 1 (May 2011)

Juggernaut
Sono il Fenomeno!
Jeff Parker (script) / Declan Shalvey (art) / Declan Shalvey (inks)
Cain Marko, il Fenomeno, essendo il fratellastro di Charles Xavier è stato spesso ed erroneamente ritenuto un mutante. I suoi poteri,forza e invulnerabilità, li ha ottenuti grazie al ritrovamento della gemma di Cyttorak in un antico tempio. Il Fenomeno ora fa parte dei Thunderbolts, la squadra di criminali redenti guidata da Luke Cage, ma in passato ha fatto parte di numerose formazioni, dalla Confraternita dei Mutanti Malvagi agli X-Men.

4 pagine

protagonisti: Juggernaut

da Fear Itself: The Worthy # 1 (May 2011)

Titania
Mi chiamo Titania
Jen Van Meter (script) / Clayton Henry (art) / Clayton Henry (inks)
Mary MacPherran è la supercriminale Titania. Da ragazzina è sempre stata disprezzata dalle ragazze più popolari che la chiamavano zanzara. Durante le Guerre Segrete¹, il Dottor Destino, bisognoso di alleati, gli ha fornito dei superpoteri usando la tecnologia aliena del pianeta dell'Arcano. Da quel momento Mary ha assunto una forza sovrumana usando il suo potere per vendicarsi delle ingiustizie subite in passato in modo violento e arrogante.

(¹) vedi Secret Wars # 3.

4 pagine

protagonisti: Titania

da Fear Itself: The Worthy # 1 (May 2011)

Gargoyle
Ombre di grigio
Frank Tieri (script) / Eric Canete (art) / Eric Canete (inks)
Paul Pierre Duval, il criminale parigino che ha il potere di trasformare in pietra tutto ciò che tocca, ricorda le sue origini e le battaglie avute in passato con Thor, Iron Man e gli altri Vendicatori, rammaricandosi di essere stato troppo ambizioso e che si sarebbe dovuto accontentare a consolidare il suo impero criminale alla sola Parigi. La caduta dai cieli di uno dei martelli del Serpente gli fa cambiare idea.

4 pagine

protagonisti: Grey Gargoyle

da Fear Itself: The Worthy # 1 (May 2011)

Hulk
Di proposito...
Greg Pak (script) / Lee Weeks (art) / Lee Weeks (inks)
Riviviamo le origini di Hulk con la prima trasformazione dello scienziato Bruce Banner nel Golia verde e il suo oscuro passato.

4 pagine

protagonisti: Hulk

da Fear Itself: The Worthy # 1 (May 2011)

Attuma
La morte è rapida!
Tom DeFalco (script) / Mario Alberti (art) / Mario Alberti (inks)
Vita e battaglie di Attuma, il barbaro atlantideo, che affronta contro Korak, Namor e i Vendicatori per conquistare il regno di atlantide

4 pagine

protagonisti: Attuma

da Fear Itself: The Worthy # 1 (May 2011)

Absorbing Man
Il fango di Midgard
Tom Peyer (script) / Sergio Cariello (art) / Chris Sotomayor (inks)
Carl Creel era un pugile soprannominato "Crusher", poiché tutti gli avversari con cui combatteva venivano brutalmente messi al tappeto. Durante la sua carriera di pugile uccise un suo avversario finendo in prigione per omicidio. Il dio della menzogna, Loki, alla ricerca di un degno avversario per suo fratello Thor, lo scelse dandogli il potere di imitare la struttura molecolare di ogni materiale con cui entrava in contatto. Quel giorno nacque l'Uomo Assorbente.

4 pagine

protagonisti: Absorbing Man

da Fear Itself: The Worthy # 1 (May 2011)

The Thing
Il mostro dentro di me
Roberto Aguirre-Sacasa (script) / Javier Pulido (art) / Javier Pulido (inks)
Rivivamo ancora una volta il viaggio dello spazio di coloro che sarebbero poi diventati i Fantastici Quattro e la drammatica trasformazione di Ben Grimm in una sorta di mostro roccioso arancione che tutti avrebbero poi definito una Cosa.

4 pagine

protagonisti: The Thing

da Fear Itself: The Worthy # 1 (May 2011)