Utenti registrati: 2096

Ci sono 0 utenti registrati e 19 ospiti attivi sul sito.

Ultimo commento

Mordakan su Ultraverse Premiere # 1

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox

Classici del Fumetto # 12 | X-Men

Panini Comics Maggio 2003
X-Men
X-Men
Stan Lee (script) / Jack Kirby (art) / Paul Reinman (inks)
In una scuola dello stato di New York, nelle campagne della città di Westchester, uno strano insegnante paralizzato, il professor Charles Xavier, convoca, con un messaggio mentale, quattro ragazzi chiamandoli X-Men. Ogni ragazzo possiede uno strano potere: Hank Mac Coy (Bestia) ha l'agilità e la potenza di una grossa scimmia, Bobby Drake (Iceman) produce ghiaccio e, volendo, può coprirsene interamente il corpo, Slim Summers (Ciclope) ha costantemente gli occhi coperti da uno strano visore che ferma un potente raggio ottico, Warren Worthington III (Angelo) possiede un bel paio di ali bianche. Il professore fa allenare i ragazzi per vedere se hanno la totale padronanza dei propri poteri, poi gli comunica dell'arrivo di una ragazza che s'unirà al gruppo: il suo nome è Jean Grey (Marvel Girl). I quattro maschietti cominciano subito, con galanterie o spacconerie, a farsi conoscere da Jean, ma lei li allontana facilmente con i suoi poteri di telecinesi. Il Professor Xavier spiega a Jean che tutti loro sono mutanti e che li ha riuniti in questa scuola speciale per difenderli sia dalle persone normali che considerano i mutanti come dei "mostri", sia per combattere i mutanti malvagi che tenteranno di usare i loro poteri per sottomettere l'umanità.

In un laboratorio segreto il mutante Magneto, sta controllando da un visore il lancio di un razzo. Il mutante vuole governare la terra per dimostrare la superiorità dell'Homo Superior (i mutanti). Appena la navicella s'innalza in volo Magneto, usando potentissime onde d'energia magnetica, ne prende il controllo e, dopo avergli fatto perdere quota, la fa inabissare. Il giorno dopo Magneto continua a compiere sabotaggi nella base missilistica mandando l'avviso che gli venga consegnato il campo di lancio. I militari non accettano l'ultimatum e questo obbliga il Signore del Magnetismo a impossessarsi facilmente della zona militare che isola con un campo di onde magnetiche. Il Professor Xavier sente la notizia per radio ed ordina ai suoi studenti di intervenire immediatamente. Gli X-Men giungono sul posto con un aereo telecomandato mentalmente dal loro mentore, Ciclope presenta il gruppo ai soldati ed ottiene un quarto d'ora di tempo per risolvere la situazione. Il gruppo di ragazzi attacca lo scudo magnetico e Magneto pur risentendone riesce ad attivare i missili a ricerca calorica. Angelo, Bestia, Marvel Girl e Iceman fermano le armi mortali, poi, riuniti, attaccano il loro avversario che si difende lanciando contro di loro un serbatoio di benzina. Il malvagio mutante crede di aver ucciso gli X-Men, ma Ciclope, con il suo potente raggio ottico, ha scavato un tunnel sotterraneo che ha salvato il giovane gruppo. Tutti insieme attaccano nuovamente Magneto che si vede costretto alla fuga.

23 pagine

protagonisti: Charles Xavier (1ª apparizione), Cyclops (1ª apparizione), Beast (1ª apparizione), IceMan (1ª apparizione), Angel (1ª apparizione), Jean Grey (1ª apparizione), Magneto (1ª apparizione)

da Uncanny X-Men vol 1 # 1 (September 1963)

X-Men
Seconda genesi
Chris Claremont (script) / Len Wein (script) / Dave Cockrum (art) / Peter Iro (inks) / Dave Cockrum (inks)
Charls Xavier raduna un nuovo gruppo di mutanti. La nuova squadra di X-Men è composta dal tedesco teleporta Kurt Wagner alias Nightcrawler, dalla mutante keniota Ororo Monroe alias Tempesta, dall'artigliato mutante canadese Wolverine, dal pirocineta giapponese Shiro Yoshida alias Sole Ardente, dal gigante russo in grado di trasformarsi in acciaio Piotr Rasputin alias Colosso, dal mutante irlandese Sean Cassidy alias Banshee e infine dal pellerossa John Proudstar alias Thunderbird. I sette mutanti si ritrovano alla scuola di Westchester dove ad attenderli trovano Scott Summers, alias Ciclope, che spiega ai nuovi arrivati che la loro prima missione è quella di recuperare gli X-Men originali scomparsi dopo che, insieme a lui, si erano recati su un isola del Pacifico alla ricerca di un mutante individuato da Cerebro. Nonostante Sole Ardente all'inizio non voglia partecipare all'operazione di soccorso, alla fine sia lui che il resto dei X-Men raggiungono l'isola di Krakoa. Ciclope ordina alla squadra di dividersi a coppie e perlustrare l'isola. Dopo aver superato minacce e ostacoli di ogni tipo, Ciclope e compagni si radunano in un tempio dove al suo interno trovano gli X-Men originali appesi a una serie di tubi. Il mutante individuato da Cerebro è l'isola stessa la quale si nutre dell'energia dei corpi degli X-Men e ha lasciato libero Ciclope in modo che potesse portare sull'isola altri mutanti. Liberato i suoi compagni Ciclope attacca Krakoa insieme ai nuovi X-Men, poi, grazie al suggerimento telepatico di Xavier, organizza un piano subito messo in atto da Polaris che, agendo sul campo magnetico terrestre, riesce a inviare l'isola vivente nello spazio. Quando la situazione torna alla normalità gli X-Men, nuovi e vecchi, a bordo del loro jet privato fanno ritorno a casa.

Le storie della seconda generazione di X-Men continuano in Uncanny X-Men vol 1 # 94.

36 pagine

protagonisti: Charles Xavier, Cyclops, Marvel Girl, Angel, IceMan, Havok, Lorna Dane, Wolverine, Storm (1ª apparizione), Nightcrawler (1ª apparizione), Colossus (1ª apparizione), Thunderbird (1ª apparizione), Banshee, Sunfire, Krakoa (1ª apparizione)

da Giant-Size X-Men # 1 (July 1975)

X-Men
Giorni di un futuro passato
Chris Claremont (script) / John Byrne (script) / John Byrne (art) / Terry Austin (inks)
22 pagine

da Uncanny X-Men vol 1 # 141 (January 1981)

X-Men
Il tempo è impazzito
Chris Claremont (script) / John Byrne (script) / John Byrne (art) / Terry Austin (inks)
22 pagine

da Uncanny X-Men vol 1 # 142 (February 1981)

X-Men
Lupo ferito
Chris Claremont (script) / Barry Windsor-Smith (script) / Barry Windsor-Smith (art) / Barry Windsor-Smith (inks)
Bellissima storia disegnata dal grande Barry Windsor-Smith in cui vediamo Lady Deahstrike dare la caccia a Wolverine e lottare con lui per il suo desiderio di vendetta e redenzione e la sua missione di togliere le ossa a Wolverine. Quest'ultimo è aiutato da Katie Power la più piccola dei quattro fratellini che formano i Power Pack.

Lady Deathstrike è giapponese e il suo vero nome è Oyama Yuriko ed è la figlia di Lord Vento Nero. Qui la ritroviamo trasformata in una macchina da guerra. Un Cyborg. Yuriko si è già vista insieme a Devil in Daredevil v1 # 197/199 su Fantastici Quattro nn.28/30 della Star Comics. In questa avventura nipponica aveva un aspetto molto più umano, anche se aveva già ucciso il suo folle padre. Purtroppo poi per senso dell'onore riprese le attività del padre che anni addietro aveva inventato un processo per ricoprire le ossa umane di adamantino, ma la formula venne poi rubata e probabilmente utilizzata per rivestire le ossa di Wolverine e renderlo ciò che è oggi.
In questa storia Yuriko è accompagnata da tre uomini che odiano Wolverine anche loro. Si tratta di tre persone appartenenti al Club Infernale che Logan massacrò parecchi anni fa. Tutto questo è avvenuto in Uncanny X-Men v1 # 132/134.

22 pagine

da Uncanny X-Men vol 1 # 205 (May 1986)

X-Men
Cavalieri di Madripoor
Chris Claremont (script) / Jim Lee (art) / Scott Williams (inks)
23 pagine

da Uncanny X-Men vol 1 # 268 (September 1990)

X-Men
E come Extinzione, parte 1
Grant Morrison (script) / Frank Quitely (art) / Tim Townsend (inks)
23 pagine

da X-Men # 114 (July 2001)

X-Men
E come Extinzione, parte 2
Grant Morrison (script) / Frank Quitely (art) / Tim Townsend (inks) / Mark Morales (inks)
23 pagine

da X-Men # 115 (August 2001)

X-Men
E come Extinzione, Finale
Grant Morrison (script) / Frank Quitely (art) / Dan Green (inks) / Mark Morales (inks)
23 pagine

da X-Men # 116 (September 2001)